IL DANDOLO DICE NO ALLA VIOLENZA
seconda edizione
25 NOVEMBRE 2022


Anche quest'anno ci siamo fatti il regalo di concederci il tempo e lo spazio per riflettere insieme, per poco o un po' più a lungo, poco importa. Abbiamo condiviso i nostri pensieri e ci siamo accorti che di tante cose non ce n'eravamo accorti. Pensavamo che la violenza contro le donne, in quanto tali, fosse ormai una cosa d'altri tempi, appartenesse ad altre culture. Pensavamo che una parola vale l'altra, non sapevamo bene cosa fosse uno stereotipo, da dove nascesse un pregiudizio e che cosa lo mantenesse in vita così a lungo. Non sapevamo riconoscerli, non sapevamo che la nostra inconsapevolezza fosse il loro nutrimento.  Ci siamo stupiti quando abbiamo provato ad immaginare il mondo con i ruoli tra uomini e donne invertiti, con i pregiudizi invertiti. Abbiamo provato disagio. Dopo aver ascoltato, letto, cercato, dopo averne parlato tra di noi, abbiamo preso fogli e penne e lasciato che i nostri pensieri prendessero una forma: la forma del nostro voler far qualcosa, perché siamo divenuti  consapevoli che davanti a tutte queste ingiustizie, a tutto questo dolore, non si resta indifferenti. Questo nostro piccolo angolo ha un grande valore per le nostre coscienze, che qui si incontrano, e cercano insieme la strada per crescere come esseri umani che si prenderanno cura gli uni degli altri.

Commenti

Post popolari in questo blog

I CONTRIBUTI DEGLI ALUNNI DEL GIARDINO SU PIAZZA DELLA LOGGIA E STRAGISMO

25 APRILE 2023. Essere partigiani della memoria è un'esigenza profonda del tempo presente.